Pagina attualizzata il 8 aprile 2020, ore 22.00

Nuovo coronavirus

La vita pubblica nel Cantone dei Grigioni e in tutta la Svizzera è limitata sensibilmente: negozi ed esercizi di ristorazione dovranno rimanere chiusi. Adottando questi provvedimenti il Governo intende contrastare la propagazione del nuovo coronavirus in modo ancor più sistematico. Negozi di alimentari, farmacie, drogherie, banche e sportelli postali potranno rimanere aperti. Il Governo invita la popolazione a limitare la propria mobilità allo stretto necessario.

Update 8 aprile 2020: Il Consiglio federale prolunga fino al 26 aprile 2020 i provvedimenti vigenti. È importante che tutti noi continuiamo a seguirli e a restare a casa, anche durante i giorni di Pasqua. In questo modo contribuiamo tutti insieme a contenere la diffusione del nuovo coronavirus.

Proprietari di abitazioni secondarie a St. Moritz: Al fine di garantire l‘assistenza in questa situazione straordinaria, lo Stato maggiore di condotta cantonale necessita di una stima il più possibile precisa riguardo al numero di persone che attualmente soggiornano nel Cantone. La preghiamo perciò di annunciarsi al proprio Comune, indicando quante persone (adulti e bambini) soggiornano nella propria abitazione. A St. Moritz tramite info@stmoritz.ch, Tel. +41 81 836 30 10. I dati che il Comune rileverà in questo modo saranno utilizzati esclusivamente in forma anonima. Ci interessa conoscere solo il numero di persone. Scarica il volantino

Proprietari di abitazioni secondarie che non si trovano sul posto: Il governo del Cantone dei Grigioni ribadisce la richiesta ai proprietari di seconde case e ai turisti di limitare al minimo la loro mobilità e, per quanto possibile, soprattutto durante la Pasqua, di astenersi dal trasferirsi nelle loro case per le vacanze.

Invito al personale specializzato del settore sanitario e di cura: Il Governo ha disposto un obbligo di annuncio per tutte le persone che hanno appreso una professione nel settore delle cure, ma che non svolgono questa professione e non fanno parte di un gruppo a rischio. A tale scopo, sulla pagina web www.gr.ch/coronavirus, rubrica «I Grigioni AIUTANO» è stato pubblicato un modulo per annunciarsi. Il Governo desidera esprimere un sentito ringraziamento al personale di cura.

Informazioni inerenti al trasporto di gruppi: Vi invitiamo a ridurre il numero delle persone nel veicolo effettuando più corse o utilizzando più vetture (private). Occorre anche esaminare se è possibile iniziare il lavoro con orari scaglionati. La distanza tra due persone deve comportare almeno due metri. Se ciò non è possibile, il periodo del contatto va limitato il più possibile (al massimo 15 minuti). Vedi check list «Baustellen/Cantieri».

Informazioni inerenti all’orario transitorio del trasporto pubblico: Nei Grigioni, l’offerta dei trasporti pubblici sarà ridotta. A causa della situazione d’emergenza coronavirus, da giovedì 26 marzo 2020 sarà introdotto un nuovo orario transitorio. L’obiettivo è quello di garantire un’offerta di base il più a lungo funzionante, che comprende almeno un collegamento a cadenza oraria su tutte le linee principali e una relativa intensificazione negli agglomerati con collegamenti ogni mezz’ora (Valle del Reno grigionese, Davos e Alta Engadina). L’orario online delle FFS (www.ffs.ch) include tutte le corse e sarà aggiornato entro le ore 20.00 della sera precedente.

Divieto di accendere fuochi all’aperto nel Cantone dei Grigioni: Il Governo grigionese ha decretato, con entrata in vigore il 25 marzo 2020, il divieto di accendere fuochi su tutto il territorio cantonale. Il motivo: a causa della situazione venutasi a creare con il coronavirus, nelle prossime settimane le organizzazioni di sostegno raggiungeranno i limiti della loro capacità. Il divieto di accendere fuochi rimane in vigore fino a nuovo ordine. Sono previste eccezioni per le zone urbanizzate, a condizione che possa essere rispettata una distanza di 50 metri dal bosco.

Cosa è permesso, cosa no?